martedì

Mi porta via la malinconia

Giornate perse nella noia,nella tristezza,nei ricordi che riprendono spazio tra i miei pensieri..
Scambiando qualche parola con un nuovo conoscente, dopo aver capito la situazione che sto vivendo mi manda questa poesia: è davvero tutto vero e reale ciò che è scritto.
Dovrei smettere di piangermi addosso..ma è più forte di me..sto vivendo uno dei momenti peggiori, stanno succedendo troppe cose tutte insieme..e sopratutto un viso compare nella mia vista..
La mia nonna non se ne va da questa casa e dalla mia vita, non deve andarsene e non se andrà mai..lei è sempre qui con me,lo so..ma..io ho bisogno del suo sorriso per colmare quella solitudine che a volte mi sento vivere dentro me stessa,ho bisogno della sua comprensione per colmare il mio dolore così forte che ogni secondo mi contorce il cuore,ho bisogno del suo coraggio per superare le mie paure di tutti i giorni, ho bisogno della sua forza per sconfiggere la stanchezza!

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marca,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi fa della televisione il suo guru.
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle
'i' piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un sogno,chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli
sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,chi non legge, chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida
felicità.





2 commenti:

Arietta ha detto...

un abbraccio piccina ^_^ stai su!

silvietta ha detto...

grazie davvero..
ho bisogno in certi momenti di qualche parola..e anche se non ti conosco ancora bene, sei riuscita a creare un sorriso sul mio viso!